sabato 24 novembre 2018

Torta salata al radicchio

Autore: magolimpia

Ingredienti (dosi ad occhio):
- radicchio rosso
- scamorza affumicata tagliata a cubetti
- spek tagliato a fiammiferi
- besciamella
- un uovo
- pasta brisée
- olio, sale, pepe



Preparazione:
Saltate il radicchio in padella con olio, sale e pepe. Se necessario aggiungete un po' di vino per sfumare. Verso fine cottura aggiungete lo spek e fate rosolare per qualche minuto. Spegnete il fuoco e aggiungete i cubetti di scamorza.
Stendete la pasta brisée in una teglia, metteteci sopra la spadellata di radicchio, coprite con la besciamella alla quale avrete mescolato un uovo.
Cuocete per circa 40 minuti a 180°.
Servite caldo.




lunedì 29 ottobre 2018

La Cucina di Polina su Facebook!

Dopo che in molti me l'hanno chiesto e/o suggerito, ho deciso di affiancare al blog la pagina facebook.
L'idea è soprattutto quella di poter interagire con gli utenti, quindi vi invito caldamente a scrivere i vostri commenti alle varie ricette.
Buon divertimento!
magaolimpia

venerdì 13 luglio 2018

[BIMBY] Farinata di ceci

Autore: magaolimpia

Ingredienti

125 gr di farina di ceci
350 ml di acqua
60 ml di olio EVO
sale q. b.
pepe q. b.

(Questa in foto è fatta con dose doppia)

Preparazione
Mettere nel boccale l’acqua e la farina di ceci, mescolare: 30 sec. vel. 4,  con un cucchiaio togliere la schiuma che si è creata sopra, versare in un contenitore, chiudere con un coperchio e lasciare riposare per almeno 4 ore. Passato il tempo, rimettere nel boccale, aggiungere metà dell’olio e il sale, emulsionare: 30 sec. vel. 3. Versare il resto dell’olio in una teglia  e aggiungere sopra l’impasto ottenuto. Cuocere in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti circa. Servire calda con una spolverata di pepe.

giovedì 7 giugno 2018

Dolce mattonella

Autore: magaolimpia

Ingredienti

  • 3 tuorli d'uovo
  • 200 g di  biscotti secchi tip Oro Saiwa
  • 250 g di burro morbido
  • 200 g di zucchero a velo
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 200 ml di caffè zuccherato (si può usare anche il decaffeinato)
  • cacao amaro q.b. per decorare



Preparazione
Sbattere il burro ammorbidito insieme allo zucchero, fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungere, sempre mescolando con le fruste, uno alla volta i tre rossi d'uovo,
Aggiungere infine il cioccolato ridotto in piccole scaglie.
Versare il caffè, precedentemente preparato e fatto raffreddare, in un piatto fondo, quindi iniziare a bagnare veocemente i biscotti senza farli inzuppare troppo. Scolare bene i biscotti prima di adagiarli sul piatto da portata. Completare il primo strato di biscotti e spalmarvi sopra uno strato sottile di crema al burro. Continuare a bagnare i biscotti nel caffè e formare un secondo strato distribuendo sopra ancora crema al burro, continuate fino a terminare la crema (io ho fatto 4 strati). Coprire la "mattonella" e metterla in frigo a riposare per qualche ora.
Prima di servire, spolverare il dolce con un leggero strato di cacao amaro.

sabato 19 maggio 2018

Tenerina alle fragole

Autore: magaolimpia

Ingredienti

- 200 g di cioccolato fondente
- 100 g di burro
- 150 g di zucchero
- 3 uova medie
- 50 g di farina
- 25 g di latte (3 cucchiai di latte)
- 1 pizzico di sale
- 300 gr di fragole fresche



Preparazione

Per la cottura della La Torta Tenerina è bene utilizzare uno stampo da 22 – 23 cm con cerchio apribile, per non rompere la torta che è piuttosto delicata.
Sciogliete il cioccolato  e burro a bagnomaria e poi lasciate intiepidire.
Rompete le uova, separate i tuorli dagli albumi e montate con l’aiuto delle fruste elettriche, i tuorli con la metà dello zucchero per almeno 5', fino ad ottenere un composto chiaro e raddoppiato di volume.
Versate il cioccolato fuso nella montata di uova.
Sempre con le fruste elettriche a velocità bassa amalgamate  perfettamente il cioccolato alle uova, basteranno pochi secondi.
Aggiungete quindi la farina e il latte a poco alla volta, amalgamate ancora con le fruste a velocità bassa, fino ad ottenere un impasto omogeneo.
A parte, montate a neve fermissima gli albumi con il restante zucchero e un pizzico di sale. Quando gli albumi saranno bianchi e ben fermi aggiungeteli all’impasto della vostra torta tenerina.
Questa volta, procedete senza fruste, servitevi di una spatola per amalgamare gli albumi al composto di cioccolato, con un movimento dal basso verso l’alto al fine di non smontare l’impasto.
Procedete lentamente e senza fretta, il composto si amalgamerà meglio e non correte il rischio di rovinare la torta.
Ottenuto un composto omogeneo, versatelo nella teglia da forno precedentemente imburrata e infarinata, distribuendo bene l’impasto e appiattendo la superficie.
L’impasto si presenta piuttosto denso.
Lavate le fragole con un panno umido, evitate di sciacquarle sotto acqua corrente, in modo che non accumulino acqua in eccesso e tagliatele a metà.
Aggiungete quindi le fragole sulla torta, evitando di spingerle, lasciatele solo appoggiate:
Cuocete in forno statico a 170° nella parte media del forno per circa 35 minuti. Non aprite il forno per i primi 25 minuti, fino a quando sulla torta non si forma la crosticina croccante. dopo di che, fate la prova stecchino. Valutate la morbidezza interna se dovesse risultare troppo bagnato proseguite la cottura.
Lo stecchino deve uscire umido, cremoso, ma non liquido.
Sfornate , incidete i bordi per staccare la tortiera e lasciate raffreddare almeno 15 minuti.

mercoledì 7 marzo 2018

Torta mimosa (rivisitata)

Autore: magaolimpia

Ecco la mia personalissima versione della torta mimosa, leggermente diversa da quella classica



Ingredienti
- un pan di Spagna
- 2 dosi di crema pasticcera
- un barattolo di pesche sciroppate
- 500 ml di panna da montare
- due cucchiai di zucchero a velo
- circa un bicchierino di limoncello



Preparazione
Tagliare il pan di Spagna in tre dischi uguali.
Prendere il disco inferiore, bagnarlo con il limoncello mescolato allo sciroppo delle pesche sciroppato (decidete le proporzioni in base a quanto lo volete forte), disporci sopra le pesche tagliate a pezzetti e la crema pasticcera. Coprire con il disco superiore e bagnare nuovamente con la bagna di limoncello e sciroppo. Montare la panna con lo zucchero a velo, e ricoprite abbondantemente la torta.
Sbriciolate il disco di mezzo della torta e disponete le briciole sopra la panna montata, ricoprendo interamente la torta.

martedì 6 marzo 2018

Torta mandorle e uvetta

Autore: senzasedie

Ingredienti:
3 uova
100 g zucchero
10 biscotti alle mandorle ridotti in briciole
1/2 bicchiere olio di arachidi
400 g farina 00
1 bustina di lievito per dolci
1 pugnetto di uva sultanina
1 cucchiaio di  top ai frutti di bosco
1 bicchiere di tisana alla frutta (in questo caso è stata utilizzata una tisana alla ciliegia e cannella)



Preparazione:
Mescolare bene tutti gli ingredienti; disporre in una teglia con carta da forno. Sopra l'impasto spolverizzare con pizzichi di zucchero di canna (facoltativo).



Informare a 175 gradi (15 minuti forno ventilato e 15 minuti forno statico solo sotto)


lunedì 26 febbraio 2018

Torta di carote

Autore: Mamma Martina

Descrizione 
Il colore la rende un dolce ritardatario di Halloween, ma questa torta mi fa sempre pensare alle cime innevate e vacanze in montagna ... Il pangrattato l'ho messo tra parentesi perché nella ricetta originale c'è, ma la torta viene bene anche senza.




Ingredienti 
250 gr di carote sbucciate
250 gr di mandorle senza pellicina
5 uova intere
200 gr zucchero
1 cucchiaino di ruhm
scorza di limone grattugiata
(pangrattato abbrustolito)


Preparazione 
In una terrina grande mescolare bene i rossi d'uovo con lo zucchero. Tritare carote e mandorle insieme nel robot e aggiungerle poi ai rossi con lo zucchero, al ruhm alla scorza di limone (e al pangrattato abbrustolito). Montare a neve ben ferma le chiare d'uovo e mescolarle delicatamente a tutto il resto. Mettere in una tortiera unta e infornare per 30-40 minuti (io uso il forno ventilato a 200°C). Decorare a piacere con lo zucchero a velo (altrimenti è proprio bruttina tutta scura).

venerdì 29 dicembre 2017

Danubio salato

Autore: magaolimpia

PER L'IMPASTO
• 500 g di farina di Manitoba
• 7 g di lievito di birra secco
• 30 g zucchero
• 1 uovo
• olio EVO 4 cucchiai
• 220 ml di latte
• 10 g di sale fino

PER LA FARCITURA
io ho usato crema di carciofi, paté di olive e crema di pomodori secchi, ma si presta molto bene anche ad essere farcito con formaggi e salumi... scatenate la vostra fantasia!

PER SPENNELLARE
• 1 uovo
• 2 cucchiai di latte



Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido. Setacciate la farina, unite lo zucchero, il sale, l'uovo intero e in il latte nel quale avete sciolto il lievito di birra.
Attivate la planetaria il tempo necessario ad amalgamare gli ingredienti e aggiungete anche i 4 cucchiai di olio poi impastate a una velocità media per 10 minuti, fino a quando l'impasto avrà raggiunto una consistenza elastica e compatta. Se usate il bimby impastate per 4 minuti a velocità spiga. In alternativa potete anche impastare a mano.
Formate una palla con l'impasto e mettetelo in una ciotola capiente; coprite la ciotola con della pellicola trasparente e fate lievitare per almeno 2 ore; l'impasto deve quasi raddoppiare di volume.
Trascorse le due ore di lievitazione mettete l'impasto su una spianatoia infarinata e dividetelo in 20 parti uguali.
Con il mattarello create delle cerchi di pasta del diametro di circa 10 cm che riempirete con quello che volete.
Chiudete ogni bocconcino e formate delle palline. Alternate le farciture in modo che la torta Danubio salato sia composta da bocconcini diversi ad ogni assaggio.
Disponete i bocconcini all'interno di una teglia del diametro di 24-26 cm.
In una ciotola sbattete il tuorlo d'uovo con 2 cucchiai di latte e spennellate uniformemente la torta. Io ho aggiunto sopra vari tipi di semini per ricordare il tipo di ripieno di ogni pallina.
Coprite con la pellicola trasparente e lasciate lievitare per 1 h e 30 min. Trascorso questo tempo noterete che le 20 palline saranno aumentate di volume andando a riempire ogni spazio vuoto nella teglia.
A questo punto potete infornare, a 180 gradi per circa 25 minuti. La superfice deve dorare al punto giusto, se fosse necessario cuocerla ancora evitando che scurisca ulteriormente copritela con della carta stagnola.
Sfornate e, se possibile, servite ancora calda.

sabato 23 dicembre 2017

Dulche de leche (crema mou)

Autore: magaolimpia
Il dulce de leche (in italiano spesso definito "crema mou") è una crema dolce a base di latte. Originario dell'America Latina, è molto popolare in gran parte del Sud America.



La parte più difficile della preparazione è stata reperire un vasetto di latte condensato dolcificato. Nonostante l'aspetto esotico, quello che vedete  qui in foto l'ho trovato in un grande supermercato italiano.



Poi si prende il vasetto e lo si mette in pentola a pressione, coperto d'acqua. L'acqua deve arrivare almeno due dita sopra il vasetto.



Si cuoce in pentola a pressione per mezz'ora da quando comincia il fischio.


Dopo mezz'ora si fa sfiatare la pentola a pressione, si apre e si lascia raffreddare. Una volta raffreddata si apre il vasetto e... voilà: ecco pronto il dulche de leche!


Versatelo in una ciotola che possa essere chiusa con un coperchio e conservate in frigorifero per alcuni giorni