giovedì 22 settembre 2011

Oreo Dream Pie


La Oreo Dream Pie è un dolce che spesso si trova nei ristoranti messicani o tex-mex come dessert. Si tratta di una torta commerciale di cui non esiste una ricetta pubblica e quindi l'ho ricostruita per poter avere questa delizia anche a casa. Naturalmente non è proprio "identica" ma fin'ora ha riscosso un discreto successo sia in famiglia che tra gli amici :-)

INGREDIENTI

  • 400gr di burro (3040 Kcal)
  • 150gr di cacao (480 Kcal)
  • 150gr di zucchero (possibilmente a velo) (588 Kcal)
  • 170gr di biscotti secchi (oro saiwa) finemente tritati (546 Kcal)
  • 300gr di cioccolato bianco (1596 Kcal)
  • 600gr di panna da montare non zuccherata (2100 Kcal)
  • 1-2 cucchiai di fecola (80 Kcal)
  • 8 Biscotti Oreo (440 Kcal)
Se si fanno 12 fette sono 740 Kcal a fetta circa. Quindi OCCHIO!!

PREPARAZIONE
Mettete 150 grammi di panna a riscaldare in un pentolino, appena bolle fateci sciogliere il cioccolato bianco: mescolate a fuoco basso in modo da ottenere un composto omogeneo. E' importante che non vi siano grossi grumi, mentre se vi sembra che ci siano grumi piccoli non preoccupatevi più di tanto, comunque meglio mescolare un po' in più che in meno. Finita l'operazione togliete il pentolino dal fuoco, copritelo con della carta per evitare che ci entrino polvere e insetti e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente.

Ora prendete il burro che deve essere molto morbido: se dovesse essere ancora freddo riscaldatelo 15 secondi al microonde. Unitelo al cacao e allo zucchero, poi amalgamateli sbattendoli con la frusta fino ad ottenere un composto simile a una crema. Prendete 400 grammi di questo composto e sempre con la frusta unitelo ai 170 grammi di biscotti secchi già tritati. Anche in questo caso dovete ottenere una pasta omogenea.

Prendete una tortiera e adagiate sul fondo il composto coi biscotti tritati pressandolo per andare a creare la base della torta. 

Sulla base adagiate, uno ad uno dopo averli inzuppati nel latte freddo per ammorbidirli, 8 biscotti oreo disposti a cerchio: ogni biscotto deve stare circa a metà strada tra il centro della torta e il bordo. Quindi prendete il composto senza biscotti e ricoprite gli oreo senza ricoprire completamente la base della torta: in pratica la copertura degli oreo deve creare una specie di onda che ricopre solo i biscotti. Finita questa operazione mettete la tortiera in frigo.

Ora montate i rimanenti 450 grammi di panna senza aggiungere zucchero, poi accorpate alla panna il composto presente nel pentolino che ormai si sarà raffreddato. Continuate a miscelare con la frusta finché non otterrete una crema omogenea. Aggiungete quindi un cucchiaio di fecola e continuate a lavorare di frusta fino ad ottenere un composto molto denso. L'addensazione della crema bianca è una fase delicata, cercate di non aver fretta e al limite se vedete che rimane liquida lasciatela riposare qualche minuto e poi riprendete a lavorare di frusta: se vedete come dei grumi che si formano in superficie siete sulla buona strada continuate a lavorare di frusta e vedrete che il composto assumerà un aspetto cremoso e denso. A volte la crema si addensa anche senza fecola quindi prima di aggiungerla fate attenzione a come si comporta.

Prendete ora la tortiera dal frigo e versate il composto al cioccolato bianco al suo interno fino a riempirla: rendete liscia la superficie della torta con una spatola di legno bagnata in acqua fredda.

A questo punto potete decorare la torta con delle scaglie di cioccolato fondente e/o con altre decorazioni o con altri biscotti oreo. Mettete quindi la tortiera in frigo per almeno 2/3 ore.

Se rimane in frigo troppo a lungo toglietela dal frigo 20 minuti prima di servirla.
 

5 commenti:

Ohmnibus ha detto...

Reverse engineering rule!

fulvio polisena ha detto...

è stupenda la torta...... complimenti per la ricetta il gusto..... l'unica cosa non sono riuscito a far indurire la crema col cioccolato bianco e panna montata.... poi avevo un mal di testa che la metà bastava e lo messa in frigo con la crema a mo' di copertura cremosa..... magari ho sbagliato qualcosa?se ci mettessi un foglietto di colla di pesce per solidificarla meglio? se hai consigli puoi dirmelo.....????

ProvoliK ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ProvoliK ha detto...

Ciao e grazie per i complimenti.

Non so se la colla di pesce funzioni in questo caso. Facendola parecchie volte io sono riuscito a farla addensare anche senza fecola. Tuttavia, come descritto, l'addensamento della crema è una fase delicata, perché rischia di impazzire e sfaldarsi.

Per ridurre al minimo questo rischio io prendo un terzo contenitore (vuoto) dopo averlo lasciato 30 minuti in freezer e lavoro lì dentro i due composti, ossia la panna montata unita al cioccolato bianco liquido.

Comunque continua a provare, se ti verrà bene ti darà enormi soddisfazioni.

Buona fortuna :-)

magaolimpia ha detto...

Io sconsiglio la colla di pesce in questo caso: ho provato una volta un'altra ricetta per una copertura per torte che prevedeva di mescolare panna e cioccolato bianco, e aggiungendo la colla di pesce il tutto si è raggrumato in un composto orribile.
Invece consiglio, nel caso il composto tenda a fare grumi, un goccio di olio di semi (in pasticceria quando sciolgono il cioccolato bianco aggiungono l'olio di semi per evitare grumi)

Posta un commento